Ci sono vicende che si possono iniziare

La Nazione  12 Gennaio
Ci sono vicende che si possono iniziare a conoscere solo attraverso i diretti protagonisti. Quando, poi, le testimonianze vengono raccolte in forma organica e diventano un libro, offrono motivi di discussione e di confronto.
E' il caso di “Un lungo solco: dalla fatica dell'aratro all'impegno di sindaco» , libro scritto da Muzio Cesari, protagonista della storia del Mugello che racconta la vita dagli anni Cinquanta ai giorni nostri: Cesari oggi è un attivo dirigente dei pensionati Cgil (ndr). Nel volume si parla con grande semplicità di vicende, della storia di questa terra (con uno sguardo al mondo esterno) attraverso i suoi occhi, quelli di un ragazzo che diventa adulto molto presto per effetto della guerra e della resistenza e che successivamente diventa un quadro sindacale della Federterra, del Pci, poi sindaco di Vicchio, cercando sempre di non dimenticare le sue origini. Un libro di memorie e di fatti, anche di cronaca, che aiuta a capire meglio la società mugellana del dopoguerra e che l'autore presenterà stasera alle 15.30 alla Biblioteca comunale di Vicchio in viale Beato Angelico insieme a Don Remo Collini, pievano di Vicchio, a Beppe Manzotti, alla senatrice Vittoria Franco, e a Adriano Gasparrini, direttore della biblioteca di Borgo.
R.B.